Alla Casa delle Erbe della Locride domenica prossima “Riti, Miti ed Erbe d’Autunno”

Facebooktwitterlinkedin

Nuovo appuntamento alla Casa delle Erbe della Locride, stavolta dedicato all’Autunno, stagione ricca di cambiamenti e significati profondi. Domenica 27 ottobre  nel suggestivo sito, tra il monte Tri Pizzi e la fiumara di Antonimina (RC), è in programma Riti, Miti ed Erbe d’Autunno.                               

“Un saluto affinché la stagione in corso sia propizia nel clima e nei doni della terra – sintetizza, presentando l’evento, Marò D’Agostino, custode della Casa e presidente del Circolo organizzatore – ma anche una promessa di attenzione e rispetto a Madre Natura”. Quella stessa Natura che una volta, proprio in questo periodo, veniva festeggiata celebrando la fine del raccolto e l’inizio dell’anno agricolo quando il terreno veniva preparato per la semina. Tempo delle potature, dell’acqua e della protezione di quanto dovrà germogliare in primavera; tempo di meditazione e osservazione che preparano all’inverno.

Riti e festeggiamenti sono andati perduti, ma nell’ avamposto della Casa delle Erbe, dove è ritrovato il rapporto con la Natura, si dà spazio anche alla ricerca e alla memoria di questi momenti che hanno improntato la tradizione e la storia della cultura contadina calabrese.Una cultura in cui hanno aleggiato miti e riti dell’antica Grecia e Magna Grecia dove si celebravano i Misteri Eleusini e le Tesmoforie, che rievocavano il rapimento di Persefone, figlia della dea Demetra che regolava i cicli vitali della terra, condotta agli inferi da Ade che ne fece la sua sposa. Demetra, fin quando non riebbe sua figlia, rese arida la terra impedendo ai semi di germogliare. In autunno si rinnova il sacrificio della dea che, dopo la luce della primavera e dell’estate, è costretta a inoltrarsi nel buio della Terra. Un luogo che proietta, però, verso il ringraziamento e la speranza di un nuovo ciclo propizio. Il ricco programma della giornata si sviluppa, com’è consuetudine organizzativa della Casa delle Erbe, attraverso momenti di convivialità e condivisione enogastronomica, meditazione e azioni di conoscenza, dalla passeggiata di osservazione e riconoscimento delle erbe spontanee autunnali al percorso sensoriale con il racconto dei riti autunnali, alla tessitura degli intenti.

                      ************************************

Un saluto all’Autunno affinché sia propizio nel clima e nei doni della terra. Una promessa di attenzione e rispetto a Madre Natura, Terra Madre, Demetra rivivendo in un racconto conviviale le sacre feste, i riti dei misteri eleusini e il tempo di trasformazione e di energia volta alla creazione interiore

“Gli iniziati usavano una corona di mirto e non di edera e parimenti nelle Tesmoforie si usavano una corona simile perché Demetra gradiva il mirto e perché era consacrato agli dèi ctoni

“Autunno”, Alphonse Mucha (Corriere.it)


DOMENICA 27 OTTOBRE 2019
ore 9.45
_ Ritrovodei partecipanti  nel piazzale antistante il ristorante “Il Vulcano” in località Barbaro di Antonimina. Passeggiata a piedi, dal piazzale alla Casa delle Erbe. Visita della Casa e alla piccola esposizione dei prodotti naturali

Osservazione e riconoscimento delle erbe autunnali e raccolta di piante commestibili
Catalogazione delle erbe
_ Pranzocon le tante bontà della stagione.  Zuppa con le erbe raccolte
 a cura del Circolo Casa delle Erbe e delle Agriculture

ore 14.45
_ Percorso sensoriale tra essenze, alberi con racconto dei riti e miti dell’Autunno
ore 16.15
_ Tessitura dell’intento: propositi per l’anno a venire (portarsi da casa gomitoli di lana di vari colori), a cura di Marò D’Agostino

-Tisana e meditazione al Giardino della Foresta – Saluti

  • La prenotazione è obbligatoria per poter partecipare. Telefonare entro VENERDI 4 OTTOBRE alle ore 14,30. Al n° 339 4018497 potrete avere tutte le informazioni sulla logistica e sulla quota di partecipazione.La partecipazione è riservata ai soci del circolo Casa delle Erbe e delle Agriculture. Chi non è socio può associarsi facendone richiesta alla prenotazione e/o tramite la presentazione di un socio. Il costo annuale della tessera è di Euro 5,00.
  • A richiesta, con la prenotazione, arrivando alle 9,45 al piazzale antistante il vicinoristorante “il Vulcano” e parcheggiando lì la propria auto, si può usufruire di un passaggio in jeep per la Casa delle Erbe (distanza di m.400 circa). (Comunicato stampa di Maria Teresa D’Agostino)
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Aggiungi commento

avatar
  Subscribe  
Notify of