Catanzaro, il 12 giugno un sit-in di sensibilizzazione sul fenomeno del randagismo

Facebooktwitterlinkedin

Mercoledì 12 giugno, dalle ore 10 alle ore 16, alla  Cittadella della Regione Calabria, loc. Germaneto di Catanzaro, si terrà un sit-in, con la collaborazione di associazioni e volontari indipendenti, volto a sensibilizzare sul fenomeno del randagismo nella nostra Regione, che  giorno dopo giorno assume contorni sempre più tragici, fra emergenze ed abbandoni . Occorre infatti considerare come non sia del tutto affermata, in linea generale, l’idea di sterilizzare i cani ed i gatti che si tengono in casa, così come  non ci si preoccupa di far adottare consapevolmente i cuccioli nati , ma si abbandonano per strada quando non addirittura in buste nella spazzatura, magari pensando che le associazioni possano tutto. Ma i canili si trovano spesso nella situazione di non poter  prendere più cani e non esistendo oasi cinofile o feline, ma neanche gattili, diventa urgente e necessario istituire un piano straordinario , seppur limitato ad un periodo di due anni , per sterilizzare cani e gatti randagi e “ di “proprietà “. Ogni anno vi è una spesa pubblica stimabile intorno ai 20 milioni di euro. Degrado ed elevati rischi di natura igienico-sanitaria. Incidenti stradali, anche mortali.

Danni al turismo causati dalla pessima immagine offerta della nostra Regione. Pochissime, quasi nulle, le tutele per gli animali. Insomma oggi il randagismo è divenuto un serio problema sociale, sanitario ed economico.Questo fenomeno, regolamentato da ormai quasi 30 anni da una legge nazionale, alla quale sono seguite normative regionali, circolari del Ministero della Salute, decreti commissariali,  tuttavia ancora oggi resta irrisolto, contrastato in modo errato, troppo spesso ignorato, nonostante le indecorose condizioni del nostro territorio, nonostante i casi di maltrattamento e uccisione di animali che hanno fatto rabbrividire l’Italia intera.Proprio con lo scopo di richiamare l’attenzione delle istituzioni sull’emergenza randagismo in Calabria, si invitano tutti i cittadini a recarsi e firmare una petizione , il 12 giugno prossimo, alla Cittadella Regionale in loc. Germaneto, Catanzaro.Onda Calabra Animalista è un comitato spontaneo costituito da associazioni, volontari non associati, amministratori e cittadini, che chiede , in proprio nome e per tutti , al Commissario ad Acta per la Sanità Regione Calabria, un primo incontro per chiedere che si attui una maggiore informazione sul territorio e discutere principalmente di 3 punti:

1. la necessità di maggiori controlli in ordine all’identificazione in anagrafe canina dei cani padronali,

2. una maggiore semplificazione delle procedure di sterilizzazione e reimmissione di cani e gatti vaganti,

3. l’istituzione di un piano straordinario di sterilizzazione di cani e gatti padronali, primaria fonte di cucciolate indesiderate, sull’esempio della Regione Basilicata e della Regione Sardegna.

“Siamo consapevoli – afferma l’ing. Viviana Tarsitano, promotrice del movimento Onda Calabra Animalista – che i problemi legati al fenomeno del randagismo siano molteplici, atavici, difficili da sradicare da un territorio che considera “normale” l’abbandono . Tutti uniti speriamo di riuscire a realizzare questo sogno .

Marilene Bonavita ( O.L.A. Oltre l’Arcobaleno )

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Aggiungi commento

avatar
  Subscribe  
Notify of