Grande successo ad Ancona per la XIV Edizione di “Corto Dorico”

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin

imagesCon un’emozionante cerimonia, si è chiusa sabato 9 dicembre la quattordicesima edizione di Corto Dorico. Oltre 500 spettatori hanno riempito l’auditorium della storica Mole Vanvitelliana di Ancona per applaudire  i vincitori di questa speciale annata del Festival, assieme ai direttori Daniele Ciprì e Roberto Nisi, con tutti i registi e tanti altri ospiti. Davvero entusiasta il regista Ruggero Deodato “Complimenti ad Ancona perché un pubblico pagante così numeroso per una cerimonia di premiazione non l’ho visto in tutto il mondo”. I direttori del Festival Daniele Ciprì e Roberto Nisi hanno voluto commentare così questa edizione “È stata un’edizione in cui Corto Dorico è riuscito a trovare un senso alle diverse anime che lo compongono, dal cinema, al lavoro sociale, alla produzione e tutti i giurati si sono meravigliati della qualità e dello sguardo internazionale  delle opere proposte” . Tabib di Carlo D’Ursi, storia dell’ultimo pediatra di Aleppo, ottiene la statuetta Stamira al miglior cortometraggio e un premio in denaro assegnati dalla Giuria composta dal regista Ruggero Deodato, il direttore della fotografia Giuseppe Lanci e la critica Piera Detassis. Denise di Rossella Inglese conquista invece  il premio Nie Wiem per l’impegno civile. Più di cento allievi di tutte le scuole superiori di Ancona, riuniti al Museo Omero, hanno assegnato a Il Vangelo secondo Mattei di Antonio Andrisani e Pascal Zullino il premio Ucca Giovani Salto in lungo: non solo un riconoscimento in denaro ma anche la distribuzione nel circuito nazionale Unione Circoli Cinematografici Arci.  Ha commosso il cortometraggio Peggie di Rosario Capozzolo presentato in anteprima e rispescato durante i CortoSlam, semifinale del concorso. Il racconto in soggettiva di un’anziana malata d Alzheimer ha ottenuto ben tre premi.

Tanti i nomi d’eccezione e le iniziative d’avanguardia come il progetto Storie dell’Appennino, primo laboratorio in Italia di realtà virtuale e aumentata dedicato alle aree del terremoto. Un focus di cinema, musica e street art ha coinvolto l’unico cinema della zona a più alta densità d’immigrazione della città, l’Italia, trasformato in una vera e propria Sala delle Comunità, dove arte, cibo e musica si sono uniti per tre serate di incontri e di festa. “Ci ha fatto piacere condividere la complessità della nuova tecnologia di cinema a 360 gradi  con i ragazzi del laboratorio, soprattutto in un contesto come questo, dove l’assenza di competitività ha permesso la libertà di esprimersi e vi ringraziamo per l’opportunità” ha affermato l’attore Elio Germano che ha guidato, assieme al regista Omar Rashid, un team di professionisti per il progetto Storie dell’Appennino. “Grazie di averci invitato e dato la possibilità di proiettare il nostro film su uno schermo bellissimo” ha detto Danno, al secolo Simone Eleuteri, musicista della mitica crew rap Colle der fomento e autore del documentario sull’Hip Hop Digging New York.  Il rapper ha voluto inoltre lasciare un messaggio ai giovani autori di Corto Dorico: “Fate, fate il più possibile, credeteci e non vi lasciate spaventare”. Tanti i premi in palio, ben undici per un totale di 8.500 euro, che il Festival ha consegnato ai vincitori. La popolazione è stata coinvolta in prima persona, dagli adolescenti che hanno assegnato non solo il Premio Salto in Lungo ma anche il Premio Giovani Nazareno Re, ai detenuti del carcere di Barcaglione che hanno votato il miglior cortometraggio per il premio Ristretti Oltre Le Mura.

Ecco tutti i film premiati:

il Premio Stamira al Miglior Cortometraggio (€ 1.500 e la statua pezzo unico realizzata dall’artista Umberto Grati dell’eroina anconetana Stamira, da cui prende il nome il premio) va a Tabib di Carlo D’Ursi assegnato dalla giuria di qualità composta dal direttore della fotografia Giuseppe Lanci, la giornalista Piera Detassis e il regista Ruggero Deodato. Il regista ha ritirato il premio con grande emozione, queste le sue parole: “Il film nasce da un punto di partenza fondamenatale: quando si uccide un medico vuol dire che la mamma non può partorire perchè teme di andare in ospedae, un’intera famiglia non ha accesso agli antibiotici e può morire, quando i bambini non possono essere curati questi non sono crimini di guerra ma crimini di lesa umanità

Scelto per l’impegno sociale il cortometraggio Denise di Rossella Inglese vince il Premio Nie Wiem (€ 1.500). La regista ha affermato ritirando il premio “Sono felicissima di questo premio, ringrazio tutto quelli che hanno lavorato al film  e voi. Non conoscevo Corto Dorico che ho scoperto ora e ho trovato davvero bellissimo

Per la sezione Salto in Lungo dedicata ai lungometraggi Il Vangelo Secondo Mattei di Antonio Andrisani e Pascal Zullino vince il Premio UCCA Giovani Salto in Lungo (€ 3000 e la circuitazione nel circuito UCCA nazionale). A ritirare il premio è stato il regista Antonio Andrisani che ha affermato: “Pascal ed io ringraziamo tutto lo staff del Corto Dorico Film Festival e i direttori Daniele Ciprì e Roberto Nisi per la calorosa accoglienza che ci hanno riservato e siamo onorati di aver vinto il concorso Salto in Lungo con il nostro film. Ci riempie di soddisfazione che a giudicarlo in modo così positivo sia stata, fuori da ogni retorica, una giuria composta da giovani

Confino di Nico Bonomolo ottiene ben due riconoscimenti: Premio Cooss Marche (€ 500) e il Premio Giuria Giovani Nazareno Re (€ 500). Queste le parole del regista: “Ringrazio entrambe le giurie. La  giuria giovani mi fa particolarmente piacere perché Confino racconta di una storia che, sebbene immaginaria, è ambientata in epoca fascista e il fatto che sia stata apprezzata da dei giovani mi rende particolarmente felice

Il Premio A Corto di Diritti Amnesty International Italia (€ 500) è stato consegnato martedì 5 dicembre a A State of Emergency del tedesco Tarek Roehlinger.

Premio Coop Alleanza 3.0 – Libera (€ 1000) è andato al cortometraggio di animazione Framed di Marco Jemolo, che ci ha tenuto a dire “Per tutti noi che abbiamo realizzato il film è un premio bellissimo, quando abbiamo iniziato questo viaggio non pensavamo che ci avrebbe portato così lontano. Grazie davvero a tutto lo staff, alla giuria e al pubblico

Il Premio della Critica Ondacinema (targa + Vini della Cantina Malacri), il Premio del Pubblico (targa) e il Premio Ristretti Oltre le Mura (targa) deciso dai detenuti del Carcere di Barcaglione sono andati a Peggie di Rosario Capozzolo: “Grazie davvero, sono commosso. Questi premi sono dedicati alle persone di cui parlo in questa storia e quelle che ci hanno sostenuto con il crowdfunding grazie alle quali abbiamo potuto realizzare questo film

Premio Cgs Acec Sentieri di Cinema (targa + Vini della Cantina Malacri) va a Pink Elephant di Ado Asanović. A rititare il premio l’attore protagonista Fabrizio Colica “Il film sta vivendo un momento particolarmente fortunato grazie anche a questo festival. Sono colpito da questa accoglienza calorosa e da questa sala piena

Corto Dorico 2017 è stato un lungo viaggio, iniziato un anno fa, al telefono da Ancona con Roberto Nisi a Los Angeles e Daniele Ciprì a Roma. Da questo triangolo magico è nata una stella danzante, che ha portato la luce del cinema nelle zone colpite dal sisma e ovunque si sia posata. Decine di volontari, tantissimi ragazzi e ragazze, ospiti da tutto il mondo hanno costruito insieme alla nostra organizzazione, con il sostegno di settanta partner e delle istituzioni, un’edizione visionaria, che ci auguriamo possa lasciare il segno tangibile e aprire nuovi orizzonti all’immaginario contemporaneo” ha concluso Valerio Cuccaroni presidente dell’Associazione Nie Wien che organizza il Festival.

************************************

CORTO DORICO 2017 XIV edizione – Ancona, 2-9 dicembre 2017

Organizzato da Nie Wiem / Co Organizzato da Comune di Ancona, La Mole

con il contributo di Mibact, Regione Marche, Università Politecnica delle Marche // con il sostegno di Amnesty Internatonal Italia, Coop Alleanza 3.0, Cooss Marche / con il patrocinio di Federazione Economia del Bene Comune,  Fondazione Marche Cultura, Ombudsman delle Marche / sponsor Acmei Energie in Luce, B&C Project, Comet Rema Tarlazzzi, Ianniello Brico Point, Newtec Electronichs, Tecno Metal / in collaborazione con Accademia56, Arci Ancona, Ass. i Bicchieri di Pandora, Ass. Libera, CGS Dorico, Cinema Azzurro,  Cinema Italia, CineMuse, GOLD, GUS Marche, Marche Music College,  Marche Teatro, Museo Omero, UCCA / Main Media Partner Cinemaitaliano.info, Donna Moderna, Sentieri Selvaggi, Rai Marche, Sky Arte HD / Media Partner Argo, Corriere Proposte, èTV Marche, JAMovie, Radio Arancia Network, Urlo / Partner Tecnici Camera di Commercio di Ancona, Dadi e mattoncini, Garofoli, Festhome, FilmFreeway, Industria dolciaria Giampaoli, I Wonder Pictures, Malacari, Marchex, MoviBeta Festival, Patatas Nana, Poliarte design, Ristorante Stamura, S.E.F Stamura, Wanted,  Zelig Service / La Residenza del Festival Grand Hotel Palace / Il Ristorante del Festival Osteria Strabacco / L’aperitivo del Festival Pesciolino

Le giurie giovani di Corto Dorico Film Festival sono state rese possibili grazie alla collaborazione degli Istituti IISS di Ancona Ipc-Ipsia Pdesti-Calzecchi-Onesti, Istvas Vanvitelli Stracca-Angelini,  Itis Volterra-Elia, Licei Galilei, Mannucci, Rinaldini, Savoia-Benincasa

254 Visite totali, 0 visite odierne

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Aggiungi commento

Be the First to Comment!

Notify of
avatar
wpDiscuz