Lisa, spiritualità e musica

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin

Lisa (© Kenzo Photographer)

Grazie a Giovanni Certomà ecco sulla “Zattera” una bella intervista a Lisa, Annalisa Panetta all’anagrafe (Siderno, 1977), già pubblicata sul sito giovannicertoma.it. La talentuosa cantante è di recente tornata alla ribalta dopo la  vittoria conseguita con il brano “C’era una volta” al talent show di Rai 1, “Ora o mai più”, dopo un periodo d’interruzione conseguente alla diagnosi di un tumore al cervello, male ora debellato, anche, se non soprattutto, con l’ausilio di una grande forza di volontà e di una fede mai doma nell’affidarsi totalmente ad una volontà superiore. Quanto scritto è ciò che emerge dalle sue parole nel corso della chiacchierata con Giovanni, il sogno di divenire cantante espresso già a tre anni, fortemente voluto e ricercato nel corso degli anni, dal balcone di casa come inedito palcoscenico al debutto nel 1994 (“Con un amico non puoi”), l’affermazione definitiva a Sanremo Giovani tre anni più tardi, con il brano “Se”, che le consentirà l’accesso al Festival di Sanremo nel 1998 quando canterà “Sempre”. Da qui in poi grandi successi, vedi, fra l’altro, la partecipazione nel 2000 al musical “Caino e Abele” di Tony Cucchiara, nel doppio ruolo di Anna Frank e Giulietta o l’“adozione” da parte dei cugini francesi. “Cantare per me è come pregare”, spiega Lisa, e ascoltando le sue esibizioni non si fa fatica a crederle, una voce che si innalza potente al cielo e riporta in terra un sentore di armonia e positività. Dal 15 luglio Lisa  è impegnata nel “C’era una volta tour 2018”, 12 tappe in città italiane e non, fino al 21 ottobre.  Foto © Kenzo Photographer

 (Antonio Falcone)

 

554 Visite totali, 0 visite odierne

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Aggiungi commento

Be the First to Comment!

Notify of
avatar
wpDiscuz