“Nuntereggae school”, la Scuola in sigle

Facebooktwitterlinkedin


Mara Rechichi, insegnante, si diverte a scrivere e a fare anche radio. L’abbiamo ritrovata in una delle serate del 36° Roccella Jazz Festival – “Rumori Mediterranei”. Buon ascolto! E ad inizio di un nuovo anno scolastico ci vuole proprio.

Tutti abbiamo un acronimo, tutti siamo un acronimo. Io stessa sono MRR; sta per Maria Rosa Rechichi. Evidentemente troppo lungo, abbreviato in Mara Rechichi, MR, emmeerre. Ci viene da necessità di esser veloci, di non perderci dietro la lunghezza/lungaggine del tutto: dobbiamo esser immediati e brevi ma, contestualmente, capaci di far capire al nostro interlocutore cosa vogliamo dire. Nel linguaggio burocratico delle amministrazioni, pubbliche e private, sono sempre più gli acronimi da usare per essere immediati. E anche la scuola è entrata in questo meccanismo; tanto che, tra docenti e addetti ai lavori, ci ritroviamo spesso ad esprimerci per acronimi, a tal punto da arrivare a formulare frasi in cui la presenza di acronimi supera le altre parole. Da tempo mi girava nella testa una sorta di “Nuntereggae più” della scuola. L’incontro con il maestro Carmelo Coglitore è stato provvidenziale; abbiamo deciso di portarlo in scena nell’ensemble del 17 agosto al Roccella Jazz Festival. Il risultato è stato una performance “very school”!
Testo: Mara Rechichi
Musica: Carmelo Coglitore

ph: Pino Curtale

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Aggiungi commento

avatar
  Subscribe  
Notify of