Premio “Sant’Ilario”2018: martedì scorso la cerimonia di premiazione

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin

La bellezza della scienza, dell’arte, dell’impegno, della dedizione al lavoro e del legame con le proprie radici: questo il filo conduttore del Premio Sant’Ilario 2018, quinta edizione. Il Premio, istituito dall’amministrazione comunale guidata da Pasquale Brizzi, vuole essere un doveroso riconoscimento per quanti con la loro opera hanno contribuito e contribuiscono allo sviluppo della cittadina ionica, dando lustro al territorio. Il Premio Sant’Ilario quest’anno è andato all’imprenditore australiano Joe Commisso, originario di Sant’Ilario, eccellenza del settore dell’imbottigliamento di acqua minerale; all’attore Mimmo Chianese, istrionico e versatile, nato a Sant’Ilario, oggi vive a Genova ed è protagonista dei più celebri musical sulla scena italiana, oltre ad aver rivestito ruoli di rilievo in tv; all’artista Marò D’Agostino, eclettica e sempre all’avanguardia sulla scena nazionale e internazionale dell’arte contemporanea, è titolare della galleria Arkè a Locri e ha dato vita alla Casa delle erbe della Locride; al Maestro del Lavoro Antonio Mollica, una vita dedita alla sua attività di autista di pullman e al suo paese; all’avvocato Michele Murdaca (alla memoria), figura di gentiluomo e uomo impegnato nelle istituzioni, esempio di professionalità e sensibilità al servizio della collettività (ha ritirato il premio il figlio, l’avvocato Giovambattista Murdaca); al professore Rocco Maurizio Zagari, eccellenza della gastroenterologia mondiale, medico di profonda umanità, i cui studi sono pubblicati nelle riviste scientifiche internazionali, impegnato nella ricerca contro il cancro.

Il Premio Amici di Sant’Ilario è stato assegnato alla fotografa, coordinatrice di Libera Locride, Deborah Cartisano, in prima linea con i suoi reportage nella battaglia per la legalità e ai sommelier Emanuela Alvaro e Pierfrancesco Multari, che con la loro professione esprimono la bellezza del territorio attraverso i vini; a Peppe Livoti, brillante giornalista e critico d’arte, presidente dell’associazione culturale Le Muse, attento ai fermenti culturali in particolare nell’arte contemporanea; a Mario Varano, fotografo, divulgatore della bellezza della Locride con i suoi scatti sempre ricchi di umanità. I riconoscimenti sono stati consegnati, oltre che dal sindaco Brizzi, dal vicesindaco Giuseppe Monteleone, dall’assessore Enzo D’Agostino, dai consiglieri Antonio Carneri, Antonio Saccà, Claudia Cinelli, Sara Tedesco e da Giovanna Lombardo. La cerimonia di premiazione, svoltasi martedì scorso nel piazzale del Sacro Cuore, alla Marina di Sant’Ilario, si è aperta con la premiazione dei vincitori del torneo di calcetto in memoria di Maria D’Agostino, la giovane professionista scomparsa nel 2016. A consegnare il trofeo (realizzato dal maestro Tony Custureri, come le targhe ai premiati) ai primi classificati, il marito di Maria D’Agostino, Gianfranco Attisano. Buba Drammeh, giovane ospite dello Sprar di Sant’Ilario, ha portato la sua toccante testimonianza sul viaggio dal Gambia all’Italia, sulle difficoltà iniziali e sulla sua felice esperienza a Sant’Ilario, dove lavora nelle serre per la coltivazione di ortaggi e studia per il diploma.

 

Comunicato stampa di Maria Teresa D’Agostino

65 Visite totali, 0 visite odierne

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Aggiungi commento

Be the First to Comment!

Notify of
avatar
wpDiscuz