“L’impresa della salamandra”, il nuovo disco di Massimiliano Cranchi

Una musica che guarda alla tradizione ma allo stesso tempo è contemporanea, in cui convivono chitarre acustiche ed elettriche, arrangiamenti minimali e momenti più ricercati.

Chi conosce Cranchi saprà immediatamente ritrovare i punti comuni con i lavori precedenti, il viaggio, l’amore ma anche le grandi vicende della storia che fanno da sfondo o che diventano protagoniste della narrazione.

L’Impresa Della Salamandra è il quinto disco di Cranchi, cantautore mantovano con uno stile personale, in cui si fondono canzone d’autore e impegno civile, suggestioni letterarie e storie personali dell’autore.

Ci sono due città lontane (Ushuaia e Mantova), la prima protettrice ghiacciata di un amore proibito, simbolo di migrazioni e privazioni, l’altra calda amante viziata che poco si concede alle lusinghe di un paesano.

C’è un deserto (Atacama) bagnato dal sangue per la conquista di polvere e sabbia dove alla fine rimarranno solo tombe senza padrone.

Ci sono i fiumi (La Boje, Eridano), meravigliosi esseri inanimati che non stanno mai fermi e sembrano prendere in giro noi piccoli condannati a morte giocando a scorrere in un eterno presente.

Le loro piene dividono gli uomini, le loro secche invocano preghiere.

Ci sono uomini (Aldo) chiusi in un’esistenza che non hanno chiesto, l’amore di un padre troppo importante per la quotidianità.

Ci sono i soldati sull’Ortigara (Ta pum) che hanno voglia di riabbracciare i loro cari e di finire questa maledetta prima guerra mondiale che non promette nulla di buono per il futuro.

E in tutto questo c’è l’impresa della salamandra, “Quod huic deest me torquet” ovvero “ciò che manca a costei tormenta me”, motto di Federico II Gonzaga tra le stanze di Palazzo Te.

L’umanità sembra perdere l’amore ed esserne tormentata continuamente.

Perdete anche voi il vostro treno e mettetevi comodi ad osservarne gli effetti.

Link: http://www.cranchiband.it/   www.newmodellabel.com

Tracklist: 1. Atacama / 2. Ushuaia / 3. La boje / 4. Mantova / 6. Eridano / 7. Aldo / 8. Ta pum / 9. A te che aspetti il treno

Contatti: New Model Label – Govind Khurana –  newmodellabel@gmail.com  – 348 8836595

Crediti:

Scritto e pensato da Massimiliano Cranchi

Prodotto e arrangiato da Massimiliano Cranchi e Marco Degli Esposti

Registrato nella primavera 2018 da Marco Degli Esposti presso La Cascineta a Felonica (MN)

Missato da Stefano Bortoli e Marco Degli Esposti presso La Falegnameria studio

Mastering a cura di Andrea Suriani presso Alpha Dept

Massimiliano Cranchi: voce, chitarra acustica, classica e pianoforte

Marco Degli Esposti: chitarra elettrica, acustica, classica, fisarmonica

Simone Castaldelli: basso elettrico

Luca Zerbinati: pianoforte e tastiere

Fausto Negrelli: batteria

Alessandro Gelli: violino

Andrea Del Vescovo: tromba

Nicola Govoni: contrabbasso

Silvia Belluco: voce in La Boje

Grafiche e disegni di Marco Cremaschi -La Balena Nera- TATTOO shop

New Model Label, In The Bottle Records e Happenstance Records

Edizioni musicali ed ufficio stampa New Model Label

http://newmodellabel.com

Un ringraziamento particolare a Irene Barichello,

Michele Panf Mantovani e Il Rio Edizioni.

Ta Pum è un canto alpino attribuito da alcuni al compositore Antonio Piccinelli di Chiari

130 Visite totali, nessuna visita odierna