“Movìmundi”: parte venerdì 3 maggio dalla statua di Nosside, a Locri, il movimento di sensibilizzazione per l’ambiente

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin

Anche nella Locride i“venerdì per il futuro” prendono forma e iniziano il loro percorso, grazie al movimento spontaneo A Path For Gaia – Movìmundi. Questo gruppo, nato per iniziativa di alcuni docenti, in poco tempo è cresciuto oltre ogni aspettativa ed è riuscito a uscire dall’ambito prettamente scolastico e a coinvolgere molte altre persone, unite dalla sensibilità verso i problemi ambientali e motivate ad agire subito. La crisi globale che stiamo vivendo è qualcosa che ci dice che dobbiamo cambiare e che dobbiamo cambiare il prima possibile, perché non siamo più sostenibili come popolazione umana sul pianeta e perché non possiamo continuare a vivere nello stesso modo come se le risorse fossero infinite e come se il pianeta trovasse da solo il modo di riparare i danni provocati dalle scelte che gli uomini quotidianamente compiono.

Abbiamo le conoscenze e le tecnologie, utili a ridurre – almeno – il nostro impatto sull’ambiente ed esistono già modelli di vita ecosostenibili, allora non ci resta che capire il prima possibile ciò che sta succedendo e ciò che può capitare, non ci resta che diventare sempre più consapevoli che il cambiamento dipende anche da ciascuno di noi: ogni individuo,  ogni famiglia, ogni organizzazione, ogni comunità , ogni potere – locale, nazionali e mondiale – ha un ruolo vitale da svolgere insieme alle arti, alle scienze, al mondo della scuola, alle imprese, alle associazioni, ai mass-media, chiamati anche loro a guidare il cambiamento, chiamati a maturare una più virtuosa visione del mondo ed agire in modo sostenibile in prima persona e per gli ambiti di relativa competenza.

Gli obiettivi principali:

–   Acquisizione di una solida presa di coscienza della crisi climatica in atto e dei problemi e dei rischi ambientali conseguenti, attraverso la diffusione di informazioni che ricercatori e scienziati mettono a disposizione ormai da anni;

–  Acquisizione di una sempre più solida consapevolezza che ciascuno di noi può agire e scegliere a favore dell’ambiente, attraverso la sensibilizzazione e la promozioni di azioni virtuose, che possono contribuire ad invertire la rotta su cui l’umanità si è pericolosamente incamminata a grande velocità;

–  Acquisizione di una sempre maggiore consapevolezza che è necessario agire – anche e almeno – a livello delle amministrazioni locali, affinché anche esse facciano la loro parte e decidano e attuino provvedimenti rispettosi dell’ambiente e delle risorse che non sono infinite.

Prossime iniziative:

–       03 maggio a Locri, una serie di eventi culturali

–       10 maggio a Siderno, una serie di eventi informativi

–     17 maggio a Roccella Jonica, una serie di eventi di tipo ludico – pratico – artistico

PROGRAMMA

LOCRI 3 MAGGIO  

A Path For Gaia inizierà il 3 Maggio  alle ore 18:00, sul lungomare di Locri, presso la statua della poetessa magno-greca locrese, Nosside; la scelta del luogo di partenza non è casuale, il messaggio vuole essere forte e chiaro: è dalla conoscenza e dalla cultura, messa a disposizione di noi tutti, che bisogna partire per invertire la pericolosa rotta.  Non abbiamo molto tempo e quindi, al grido di Movìmundi, le tappe presenti e future, toccheranno sempre il tema del complesso e compromesso equilibrio tra uomo e ambiente. Con la cartellonistica “Azioni efficaci per contrastare i cambiamenti climatici”, realizzata da Marilisa Gliozzi e Maria Federico con materiale di riciclo, offerti da una stamperia locale, proseguiremo in Piazza dei Martiri dove si terrà il flash mob Sirtaki, per richiamare, ancora una volta, la nostra cultura d’origine.

Proseguiremo verso il Palazzo della Cultura, dove, alle ore 19:00, unendoci alla denuncia di Atuka’ per un’Amazzonia (polmone della Terra) in agonia a causa dell’uomo, denunceremo il non agire in modo sostenibile della nostra civiltà, al ritmo di  percussioni (Gianluca Orlando), danze tribali  (Anita Nocera), reading di poesia (Maro’ D’agostino, Anna Rachele Serrentino, Rosa Angelone, Maria Teresa Jurato, Silvia Mule’, Alessia Mandarano, Carmelina  Galluzzo),  Fiaba  (testo di Maria Pia Battaglia – Letture  Giovanna Triunveri, Carmen Ferraro, Giovanna Carpentieri, Enza Mandarino, Natalia Pugliese, Antonia Care’ – Allieve Della Scuola Di Danza Anita Nocera). 

Non mancheranno i momenti di documentazione scientifica con i referenti del WWF Calabria, Beatrice Barillaro e dell’Osservatorio Ambientale diritto per la Vita Arturo Rocca.

La prima tappa di A Path For Gaia si concluderà con la donazione a Locri di una panchina, realizzata da Stefania Arsena, Carmen Ferraro e Rosa Scicolone – con la tecnica a mosaico, in riciclo creativo di materiale offerto da diverse aziende locali. Tale opera, che vuole costituire il simbolo-memoriale di questa giornata ed il principio di questo percorso, traspone la visione della natura, che vorremmo rimanesse cristallizzata alla sua primordiale incontaminazione, nella stilizzazione di alcuni elementi del nostro pianeta (gabbiani, sole, pesci, mare e sabbia) e vuole essere, con la scelta dell’oggetto decorativo- seduta, un invito ad alzarci emuoverci! Essa sarà posta all’interno del Palazzo della Cultura come “principio tangibile” di un cammino sostenibile, partendo appunto dalla città simbolo della Locride. 

(Comunicato stampa di Maria Teresa D’Agostino)

67 Visite totali, 1 visite odierne

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Aggiungi commento

avatar
  Subscribe  
Notify of